Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Film Fest, da Roma non si cambia rotta: a Torino è polemica

Film Fest, da Roma non si cambia rotta: a Torino è polemicaVi abbiamo parlato qualche giorno fa della spinosa questione che riguarda il Festival del cinema di Torino ma che coinvolge anche quello di Roma. Vi abbiamo detto che Fassino aveva scritto una lettera al sindaco Alemanno, alla Polverini e a Zingaretti per chiedere un cambio di rotta ma da Roma non arriva nessuna novità anzi sembra che tutto sia confermato. Il Festival del cinema a Roma si farà la settimana prima di quello in Piemonte e a Torino, inevitabilmente, esplode la polemica.”Non c’è sovrapposizione con Torino, perché nell’ipotesi peggiore quello di Roma si conclude il 17 di novembre a una settimana dall’inizio di Torino”  queste le parole di Alemanno che poi aggiunge: “sono due festival sostanzialmente diversi”. Ma queste parole non convincono gli organizzatori dell’evento torinese che reputano invece che ci sarà una grave perdita per la regione ma anche per il mondo del cinema più in generale.

Per Cota si tratta di una concorrenza sleale, e nell’augurarsi che alla fine le cose possano cambiare, anche se pare che così non sarà, dice che si troverà il modo di trovare una soluzione che possa tutelare la città di Torino e l’intera regione. “Questa è la conclusione logica di un atto di arroganza inspiegabile e gratuita, in quanto si poteva fare tutto d’amore e d’accordo” sono queste le parole del presidente del Museo del Cinema di Torino, Ugo Nespolo. Continua il presidente: “Abbiamo sperato fino all’ultimo che le cose si mettessero a posto con il fair play da parte di tutti, invece non è stato così. Adesso valuteremo sul da farsi, se vogliono fare i duri, faremo i duri anche noi”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

- Cookie Policy