Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Il Novara retrocede in Serie B testimone della rissa tra Rossi e Ljajic

Il Novara retrocede in Serie B testimone della rissa tra Rossi e LjajicE’ successo di tutto nella gara di ieri all’Artemio Franchi: il Novara passa in vantaggio contro la Fiorentina e trova poi anche il gol del raddoppio. La Fiorentina non ci sta, Delio Rossi cerca di cambiare la carte in tavola e richiama Ljajic in panchina. Il giocatore ironicamente fa un applauso al suo mister e questo provoca una rissa. La Fiorentina pareggia e il Novara retrocede in Serie B. Nel frattempo per Rossi arriva anche l’esonero e una squalifica di tre mesi. Se non è successo di tutto ieri…I giocatori del Novara non hanno ben capito quello che è successo anche perchè è stata una frazione di secondo ed è successo nella panchina della squadra viola. Dopo la gara però dicono la loro sulla reazione del mister che è stato poi esonerato dalla famiglia Della Valle. Purtroppo però questa serata per i giocatori della squadra piemontese sarà ricordata come quella della retrocessione che del resto era prevedibile.

Questo il commento di Tesser, allenatore del Novara, al gesto di Delio Rossi: “Non sono belle scene sicuramente, ma anche l’atteggiamento del giocatore non mi è piaciuto. Rossi non è certo impazzito e qualcosa il giocatore deve avergli detto per scatenare quella reazione.”  Rubino invece commenta così:  “Il gesto di Rossi? Non l’ho mai visto in carriera, non fa parte del calcio. Probabilmente c’era già stata ruggine fra i due, ma si tratta di una caduta di stile da parte dell’allenatore che ho sempre stimato”. Dichiarazioni anche sulla retrocessione della squadra, sempre dall’attaccante del Novara:  “C’è mancata l’esperienza e la retrocessione è il frutto di questo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

- Cookie Policy