Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Meteo Cuneo

Meteo CuneoCuneo ha un clima particolare. Di base, presenta un clima temperato continentale, modificato però dall’altitudine elevata (500 metri sul livello del mare), che inserisce alcuni elementi di clima montano. Gli inverni tendono ad essere freddi, con la temperatura che tocca il minimo nel mese di gennaio, spesso ricco di precipitazioni nevose. A riguardo, la neve a Cuneo è più frequente che nel resto del Piemonte, sia per l’elevata altitudine che per la presenza dello stau e delle correnti di bora: risultato, secondo le rilevazioni Meteo Cuneo è il capoluogo di provincia più nevoso dell’intera Italia. Le estati sono calde ed ad elevato tasso di umidità, il che genera spesso giornate dove la temperatura percepita è estremamente elevata, specie nel mese di luglio, con una media di +21,6 °C. Anche qui, però, si fa sentire l’effetto-altitudine, con elevata ventosità e diminuzioni dell’umidità, che rendono la stagione più gradevole. Cuneo e provincia presentano poi una particolare situazione pluviometrica: di base, imita Torino, con però caratteristiche di originalità. Cuneo è allora regione piovosa (950 mm di precipitazioni annuali di media), che tendono a concentrarsi in una parte dell’anno, circa 91 giorni. Il massimo delle precipitazioni arriva in primavera ed (anche se in misura minore) in autunno, mentre i minimi arrivano in estate ed in inverno. Va ricordato come Cuneo abbia il mese più secco in luglio (precipitazioni limitate a 44 mm), poiché meno interessata dalle perturbazioni atlantiche. Tutte le particolarità del clima sono dovute alle Alpi, che schermano la città degli effetti del Mediterraneo. Infine, non è possibile parlare del clima di Cuneo e provincia senza parlare della situazione idrografica. Il territorio è infatti interessato dall’alto bacino del Po e di parte di quello del Tanaro, senza dimenticare una ragnatela di corsi e torrenti. La maggior parte dei corsi d’acqua ha andamento breve ed irregolare, dalla portata fortemente variabile. Allora, periodo di magra, corrispondenti ai periodi più secchi, si legano a rari periodi di piena, dove l’abbondanza d’acqua genera piene violente, spesso insidiose per l’ambiente e l’uomo.



Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

- Cookie Policy