Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Pinerolo

Qualunque giro turistico di Pinerolo (36.000 abitanti circa) deve partire da Piazza Vittorio Veneto. Nota anche come Piazza Fontana, nasce nel primo Settecento, quando si eliminano le mura del Seicento, creando spazio per una città in espansione. Usata a lungo, fino al 1830, come piazza d’armi oggi Vittorio Veneto è sede del mercato di mercoledì e sabato. Inoltre, la Piazza ospita la statua del generale Brignone, eroe delle guerre d’indipendenza, creata dallo scultore Tabacchi. Nelle sue vicinanze, il Duomo, la Chiesa di San Donato. Di antica origine, compare nei documenti dell’Anno Mille, ha subito diverse ristrutturazione, che evidenziano alcuni suoi elementi. Al primo posto, i tre rosoni ed i tre portali della facciata, con il principale sormontato da una ghimberga. Particolare anche il Campanile, del 1425, progetto abortito di una Torre Civica. All’interno si notato le diverse acquasantiere, anch’esse in stile gotico, ed il gruppo (coro, pulpito, leggio in legno) risalenti al 600. Sul lato nord della Piazza troviamo poi il Palazzo del Comune. L’edificio nasce come arsenale e complemento della fortezza cittadina. Poi, sotto la spinta patriottica degli Anni del Fascismo, è oggetto di ristrutturazioni importanti, che lo dotano anche di una torre civica. Oggi, il Palazzo è sede del Museo Civico, che espone cimeli dello scultore Bodoni ed una serie di reperti locali, dalle armi alle monete. Non va poi dimenticata la Biblioteca Comunale: tra i suoi 100.000 volumi, un buon numero d’incunaboli preziosi ed il fondo di libri rari. Detto questo, Pinerolo da il suo meglio per i turisti con la Manifestazione per la Maschera di Ferro. L’iniziativa si rifà al personaggio della storia francese citato da Dumas, il prigioniero con il volto coperto da un cappuccio di velluto e doveva essere ucciso nel caso tentasse di parlare di sé. La Manifestazione rievoca il suo soggiorno nella fortezza di Pinerolo. La città ha così una settimana di festeggiamenti: dopodiché, la Maschera toglie il cappuccio e rivela il volto dell’impersonatore, nel passato un personaggio famoso, come Pippo Franco o Massimo Lopez.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

- Cookie Policy