Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Design Vintage per la casa moderna

È da alcuni anni ormai che nel mondo del design s’è affermato con forza un ritorno dello stile retrò: arredamento vintage, moda, addirittura la musica tende a riprendere sempre di più voci ed atmosfere che spaziano dagli anni ’30 ai ‘60. Per quanto riguarda l’arredamento, il sapore predominante è quello della nostalgia e dei viaggi. I colori sono naturali, pastello, oppure freschi e divertenti, a testimonianza di quella stessa cultura pop che rivive anche nei trucchi e nelle capigliature. Torna il gusto del pouff e del tavolino basso da thé, magari con delle stampe della Union Jack o delle stelle e strisce statunitensi. I marchi che nella prima metà del secolo erano capaci di attraversare l’Atlantico, grazie ai primi abbozzi di un marketing a livello globale, ne traggono profitto: ecco le poltrone con la tipica grafica Coca-Cola, o le stampe Campbell o Heinz. Le pareti presentano colorati poster di pin up intente a truccarsi o mappe geografiche dai tratti incerti e dai paesi che non ci sono più.

Le moderne idee d’arredo, però, non devono ingannare per quanto riguarda la loro funzionalità: tutte le funzionalità della tecnologia moderna rimangono, nascoste e quasi invisibili. Ecco quindi che il telefono colorato con la rotella vintage è in realtà interfacciabile col vostro Smartphone, quel mobile da soggiorno dalle zampe arcuate è perfettamente su misura per una TV ultrapiatta ed i libri di cucina della nonna hanno trovato il loro posto ideale grazie alla vendita online di quella libreria. Forse è solo una moda passeggera, forse una necessità dettata dalla nostalgia per un tempo meno incerto, lo stile vintage può comunque essere un segno distintivo per la nostra casa e per il nostro abbigliamento.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

- Cookie Policy